it IT en EN

Viaggio in Italia sulla strada della lavanda

Se siete alla ricerca di una meta estiva inebriante, vi consigliamo di visitare questi magnifici luoghi italiani che in primavera e fino ad agosto si tingono di viola.

In Italia, la lavanda, da sempre cresce in maniera spontanea sulle Alpi e sugli Appennini, dai 300 ai 1000 m. di altezza. Nella Valle Stura, e più precisamente a Demonte, troverete ancora l’antica distilleria Rocchia che fin dall’ottocento già utilizzava innovativi processi di distillazione, per garantire al meglio le qualità organolettiche dell’olio essenziale. Tra Borgo San Dalmazzo e il Collo della Maddalena si può ammirare un panorama davvero mozzafiato. Sempre nel cuneese e precisamente ad Andonno ai primi di Agosto si tiene la festa della lavanda, con un’affascinante rappresentazione della raccolta dal vivo, distillazione e passeggiata enogastronomica sui sentieri della lavanda.

A Carpasio, una frazione della provincia di Imperia vi è il Museo della Lavanda, primo in Italia promosso dall’associazione di volontari “l’Officina delle Erbe”. La lavanda rappresentò per moltissimi anni un’ottima fonte di reddito per i cittadini che non si limitarono a raccogliere quella spontanea ma vide il sorgere di vari appezzamenti di coltivazione. Qui troverete il Giardino del Profumi, dove si possono esplorare le essenze insolite di 70 piante aromatiche e, nella corte del museo, il Giardino delle Lavande con 30 inebrianti sfumature di viola tutte da scoprire.

Anche al sud possiamo ammirare i campi di lavanda. In Calabria, ad esempio, vi è la cosiddetta Loricanda, frutto di una moderna selezione operata dalla Lavanda Angustifolia che nasce in maniera spontanea nella zona del Parco Nazionale del Pollino, ad un’altitudine compresa tra i 900 e i 1700 m. di altezza. All’interno del suddetto parco troviamo un’azienda agricola dove è possibile approfondire la conoscenza e osservare la fioritura in tutto il suo splendore.

 

facebook        instagram        pinterest

CERAMICA STEMA usa i cookies e tecnologie analoghe, come ad esempio HTML5 Storage o Local Shared Objects, per registrare le preferenze degli utenti e poter configurare le sue pagine Internet in linea con queste ultime. Questo permette una navigazione più agevole e una maggiore facilità d'uso del sito stesso. Altre INFO